Base
Nome e Cognome

Caterina Di Pasquale

Tipologia Socio

Socio individuale

Ruolo in ANPIA

Socio fondatore

Regione

Toscana

Area Metropolitana (provincia)

Pisa

CAP

56126

Titoli

Idoneità professore seconda fascia.

Docente di metodologia della ricerca etnoantropologica (Università di Firenze, dipartimento SAGAS)
Dottore di ricerca in Scienze Antropologiche (Università di Napoli L’Orientale)
Dottore di ricerca in Antropologia , Storia e Teoria della Cultura (Università di Siena, CENTRO AMA)

Bionota

Caterina Di Pasquale, dottore di ricerca in Scienze antropologiche e analisi dei mutamenti culturali, ha ricevuto nel 2013 l’abilitazione scientifica nazionale come professore di seconda fascia. Insegna metodologia della ricerca antropologica presso l’università di Firenze e collabora con l’università di Pisa. È membro della redazione della rivista «Lares» e della rivista «Studi Culturali». È nel direttivo della associazione IDAST . Il campo etnografico privilegiato è l’Italia. Gli ambiti di indagine sono l’alimentazione e il consumo, la cultura materiale, la memoria, il patrimonio, la guerra e la violenza. Ha da poco attivato una collaborazione con l’Organizzazione Toscana Trapianti per avviare un progetto di ricerca sulle variabili socio-culturali della donazione-opposizione degli organi. Tra le sue pubblicazioni il libro, Il ricordo dopo l’oblio.Sant’Anna di Stazzema, la strage, la memoria, edito nel 2010 da Donzelli, vincitore del Premio Letterario Martiri di Sant’Anna -sezione saggistica- e di un riconoscimento speciale dalla giuria del Premio «Costantino Nigra».